Gambe gonfie e pesanti: il caldo non aiuta

Gambe gonfie e pesanti: il caldo non aiuta

Il gonfiore alle gambe e alle caviglie è un fastidio che compare spesso in estate. Si può prevenire con alcuni accorgimenti a tavola, al lavoro e in vacanza.

È un disturbo che ricompare con maggiore frequenza e insistenza durante la stagione calda: le gambe sono affaticate, sembrano pesanti e le caviglie tendono a gonfiarsi. Un po’ di fastidio è normale: con il caldo le vene si dilatano e il sangue fatica a risalire dalle estremità al cuore. Ma se il problema diventa costante e porta con sé anche gonfiore persistente, pizzicore e persino dolore, è bene sentire il parere del proprio medico.

Qualche piccolo accorgimento, però, può aiutare a rendere le gambe più leggere. Prima di tutto, evitare di esporre le gambe al sole diretto: meglio tenerle all’ombra, ma se proprio non si può fare a meno degli amati bagni di sole, allora è tassativa una protezione solare molto alta e una frequente rinfrescata con acqua. Per aiutare le gambe è bene evitare la costrizione di indumenti stretti, privilegiando abiti morbidi, in tessuti naturali come cotone e lino e in colori chiari, che riflettono la luce e mantengono il corpo più fresco permettendo il passaggio dell’aria.

Un altro modo per favorire il ritorno venoso è sollevare le gambe. Si può fare durante il giorno da seduti appoggiando, per esempio, i piedi su una sedia davanti a noi; di notte si può inserire un cuscino sotto al materasso, così che i piedi riposino a un’altezza superiore a quella del cuore. Le gambe si aiutano anche limitando la sedentarietà: se si sta seduti a lungo per lavoro, cercare di alzarsi almeno ogni ora e fare due passi per sgranchirsi un po’. In ogni caso è bene muoversi con regolarità: non serve essere super atleti, va bene anche qualche passeggiata. Del resto è estate e le occasioni non mancano! Attenzione anche alle calzature: i tacchi non sono amici della circolazione, ma non lo sono nemmeno le scarpe troppo piatte: preferire, se possibile, un tacco medio basso di 3 o 4 centimetri, che permette al piede di mantenere una postura più naturale e favorisce un migliore ritorno venoso mentre si cammina.

Un aiuto in farmacia

Per stimolare il microcircolo e alleviare la sensazione di gonfiore e pesantezza sono utili anche prodotti specifici, disponibili in farmacia, da applicare sulle gambe con un massaggio: i loro ingredienti naturali come vite rossa, rusco, escina, mirtillo e centella asiatica agiscono proprio per alleviare i fastidi, e l’aggiunta di agenti rinfrescanti, come il mentolo, aumenta la sensazione di benessere. Possono essere utili anche calze a compressione graduata; sarà il medico o il farmacista a consigliarci quelle con il livello di compressione più indicato per il nostro problema. Infine, un piccolo “trucco”: soprattutto d’estate, meglio evitare i bagni caldi, che agiscono da vasodilatatori, e preferire la doccia, da terminare con un getto di acqua tiepida o, meglio, ancora, bella fresca!

Benessere a tavola

Non dimentichiamoci, poi, che quando si parla di prevenzione vascolare, molto si può fare a tavola. Una dieta ricca di frutta e verdura, dalle proprietà antiossidanti, aiuta la circolazione, così come bere molta acqua e consumare cibi integrali permette un migliore funzionamento intestinale ed evita il ristagno di liquidi, motivo di gonfiore. Attenzione anche al sale: è causa di ritenzione idrica e di problemi alla circolazione. Meglio limitarne l’uso, evitando di aggiungerlo alle preparazioni o ai cibi in tavola, soprattutto perché già presente in molti alimenti pronti.