Mani

Mani morbide & idratate

Lavarsi spesso le mani è fondamentale per la nostra salute ma può provocare secchezza della pelle e irritazioni. Per mantenere le mani sempre morbide ed elastiche, è importante prestare particolare cura all’idratazione. 

Mani morbide e idratate in ogni stagione

“Lavarsi bene le mani” è uno dei primi insegnamenti che si imparano da bambini. Uno di quelli che entrano bene in testa e che poi si eseguono, in automatico, per una vita intera, quando si rientra a casa o prima di mangiare, senza bisogno che arrivi qualcuno a ricordarlo. Eppure, da qualche mese, lavarsi le mani non è più semplicemente una buona norma igienica, è diventata una delle principali raccomandazioni per poter affrontare, in sicurezza, la nuova pandemia da Covid-19. 

Lavaggi frequenti con saponi antibatterici e con i gel idroalcolici disinfettanti, a cui si aggiunge anche l’utilizzo dei guanti monouso, in lattice o in gomma nitrilica, garantiscono la cosa più importante: la nostra sicurezza. C’è, però, un effetto collaterale in agguato: la detersione frequente e con sostanze troppo aggressive può indebolire il film idrolipidico, cioè la barriera che protegge lo strato più superficiale dell’epidermide, e può rendere le mani ruvide e secche. E ora che sappiamo che queste norme igieniche ci accompagneranno ancora per molto tempo, è bene iniziare a familiarizzare con la buona abitudine dell’idratazione della pelle delle mani. Un buon livello di idratazione, infatti, è il requisito essenziale per mantenere le mani morbide e per evitare spiacevoli inconvenienti come le screpolature del dorso, dove l’epidermide è più sottile. Oltre che antiestetiche, se trascurate possono essere molto fastidiose e portare perfino dolorosi tagli e fissurazioni.

Mantenere le mani idratate

La pelle del nostro corpo, compresa quella del viso e delle mani, si idrata prima di tutto dall’interno, apportando il giusto quantitativo di acqua all’intero organismo. Bere molti liquidi, consumare abitualmente frutta e verdure fresche, in particolare quelle ricche di vitamina A (spinaci, carote), C (agrumi, kiwi, fragole, broccoli) e D (olio di oliva, mandorle) è il primo modo per prendersi cura della pelle e delle mucose, e mantenerle sana, elastiche e ben nutrite.

E poi, a venire in soccorso della pelle delle mani ci sono, naturalmente, i cosmetici. Le creme idratanti per le mani sono prodotti formulati appositamente per apportare idratazione negli strati più profondi dell’epidermide e per rinforzare quello più superficiale con agenti emollienti e lenitivi. I principi attivi più utilizzati ed efficaci sono glicerina e acido ialuronico, che garantiscono idratazione, ma anche ceramidi e pantenolo, che rendono la cute più elastica e morbida al tatto. Anche la vitamina E, antiossidante e idratante, è un ingrediente efficace per avere mani morbide. Le formulazioni con consistenze molto ricche, oltre ad ammorbidire e nutrire, contribuiscono a potenziare l’“effetto barriera” e sono adatte specialmente nella stagione più fredda o in caso di pelle particolarmente secca o danneggiata, mentre quelle più leggere, dal rapido assorbimento, si usano tutto l’anno per idratare e prevenire la secchezza. La crema idratante va applicata dopo aver lavato e asciugato molto bene le mani. Può essere usata dopo ogni lavaggio, oppure quando se ne sente il bisogno perché la pelle comincia a “tirare”. Se si ha un’epidermide molto sensibile, si può optare per un prodotto senza profumo, per evitare di irritare una superficie cutanea già stressata. Infine va ricordato che, soprattutto con la bella stagione, una buona idratazione delle mani passa anche attraverso la protezione solare. D’estate, quando applichiamo il filtro solare su viso e corpo, non dimentichiamoci delle mani, per prevenire scottature e la comparsa di antiestetiche macchie.

Il consiglio di Alphega? Neutrogena propone soluzioni per ogni esigenza, a partire dalla Crema Mani Concentrata, un grande classico. Provala nella tua farmacia Alphega di fiducia e consulta il sito per maggiori info!