Intelligenza dei cani: questione di razza?

Li amiamo incondizionatamente così come sono e, per ciascuno di noi, il proprio è il cane più intelligente. Tuttavia c’è ci ha studiato la loro capacità di apprendimento e ha steso una classifica. Scopriamo quali sono le razze considerate più intelligenti.

Li si sceglie secondo il proprio gusto estetico, per le dimensioni che raggiungono da adulti (in base allo spazio che si ha a disposizione) e per l’indole caratteriale. Spesso, poi, la scelta di un cane è soggetta anche alle mode, dovute, per esempio, a film o programmi televisivi (come il Collie, il famoso pastore scozzese diventato molto richiesto ai tempi del telefilm “Torna a casa Lassie” o come i dalmata, amatissimi per la Carica dei 101). Ma un fattore che viene meno considerato nella scelta di un cucciolo è la sua intelligenza. Tutti i cani sono intelligenti e, oltretutto, si tratta di un parametro difficile da quantificare: cosa rende un esemplare più intelligente di un altro? La sua obbedienza? La capacità di risolvere situazioni problematiche? Uno dei metodi riconosciuti per valutare l’intelligenza delle diverse razze è lo studio compiuto da un professore dell’università della British Columbia di Vancouver, Stanley Coren, pubblicato nel libro “L’intelligenza dei cani”. Coren, con il suo team, ha sviluppato un test per classificare capacità e ubbidienza di 130 razze di cani, e ha steso una classifica, che è considerata tra le più attendibili.

I cani ritenuti più “intelligenti”

Al primo posto secondo la classifica di Coren c’è il border collie. Questo bellissimo pastore bianco e nero ha dimostrato capacità di apprendimento superiori a tutti gli altri, per esempio nel comprendere il significato di molte parole. La sua massa cerebrale è paragonabile a quella di un bambino di due anni; inoltre, è un ottimo pastore per le greggi e un affettuoso e divertente compagno di giochi. Attivo e dinamico, ha bisogno di fare molto movimento. Al secondo posto c’è il barboncino, un cane coccolone ed energico, facile da addestrare e molto socievole. Amato da chi ha bambini, è particolarmente adatto per chi abita in città e non ha grandi spazi a disposizione. Medaglia di bronzo a una razza tra le più conosciute, amate e più utilizzate per servizi di pubblica utilità: il pastore tedesco. Fedele, ubbidiente e coraggioso, è il cane delle forze dell’ordine ed è protagonista in tv e al cinema: l’“attore” che recitò in molti film holliwoodiani ha anche una stella nella Walk of fame, e la sua celebrità è proseguita con Rin tin tin e il Commissario Rex. Quarto posto per un’altra razza amatissima per la sua obbedienza e facilità all’addestramento. Un cane da famiglia, socievole e giocherellone: il golden retriever. Mansueto, docile e di bellissimo aspetto, questo esemplare viene impiegato nella pet therapy con i bambini ma anche nel ritrovamento e nel salvataggio di persone. È anche un ottimo cane anti droga. Concludiamo questa rassegna con il quinto cane considerato più intelligente: il Dobermann Pinscher, un cane ritenuto, nell’immaginario collettivo, meno “affabile” e giocherellone, ma dotato di grande intuito e facilità di apprendimento e, se ben addestrato, in grado di ubbidire prontamente al padrone.  La sua cattiva fama è dovuta a problemi nell’educazione: essendo spesso utilizzato come cane da guardia, viene addestrato all’aggressività. Soffre, inoltre, se gli viene concessa poca attività fisica e se la sua intelligenza non viene adeguatamente stimolata.