Cura del bebè, gli ingredienti dalla natura

Quali prodotti scegliere per l’igiene e la protezione della pelle dei neonati? I prodotti in commercio sono sicuri? Tante le domande che la neomamma si pone alle prese con la scelta dei prodotti di igiene quotidiana.

La scelta dei prodotti per la cura della pelle dei neonati desta sempre qualche preoccupazione: vogliamo offrire il meglio al nostro bambino ma spesso non ne sappiamo abbastanza. Su internet si legge di tutto e può essere difficile riconoscere fonti autorevoli da informazioni errate e il risultato è che spesso ci si sente sempre più confusi. I prodotti in commercio sono sicuri? Possiamo utilizzarli con tranquillità per la pelle del nostro bambino? La prima regola, per ricevere le informazioni corrette, a è affidarsi a chi è più competente di noi in materia: il pediatra e il farmacista sapranno sicuramente guidarci nella scelta dei trattamenti più indicati per il neonato. In commercio ci sono tanti prodotti sicuri, realizzati da aziende che hanno alla base studi scientifici comprovati e che, molto spesso, utilizzano materie prime di origine naturale. Per essere tranquilli basta dare un’occhiata all’Inci, cioè l’elenco degli ingredienti: meglio che sia breve, cioè che il prodotto contenga solo i principi attivi necessari all’azione per cui sono indicati. Per i neonati è meglio preferire prodotti privi di alcol e di profumo, perché potrebbero irritare la loro epidermide ancora fragilissima e ipersensibile.

Ingredienti naturali per la cura del neonato

La pelle del neonato è sottile e delicata e ha bisogno di delicatezza e protezione. Per la sua igiene, vanno bene prodotti non aggressivi, che detergano con delicatezza e preservino la sottile barriera idrolipidica. Il bagnetto potrà essere fatto sciogliendo nell’acqua tiepida del semplice amido di riso, dalle proprietà lenitive e adatto, quindi, per la cute delicata e spesso arrossata del bebè. Lo stesso tipo di utilizzo può essere fatto con amido di mais, avena colloidale o bicarbonato di sodio.

Dopo il bagnetto

Pelle secca, che si arrossa facilmente e che si desquama. La pelle del neonato, sottile e delicata, è spesso ipersensibile agli stimoli esterni e ha bisogno di essere protetta, nutrita e lenita, ma sempre con la massima delicatezza. Gli ingredienti indicati per la protezione di questo tipo di pelle sono gli oli vegetali come quello di mandorle dolci, calendula o camomilla, ma anche di aloe vera. Gli oli servono a idratare la cute e, in caso di crosta lattea, a rimuoverla delicatamente con l’aiuto di un pettinino. Per la protezione dalle frequenti dermatiti da pannolino, servono ingredienti ricchi e altamente nutrienti e protettivi: burro di karité, spesso in abbinamento a ad aloe vera e all’estratto di calendula o, meglio ancora, una crema o pasta all’ossido di zinco, in grado di creare una vera e propria barriera.

Per i capelli

I “capelli” dei neonati, che spesso non sono altro che sottile peluria, non hanno bisogno di trattamenti aggressivi, tuttavia necessitano di un’igiene accurata, che può essere fatta anche soltanto con acqua o con lo stesso detergente, molto diluito, usato per il bagnetto.

Coliche e nanna

L’organizzazione mondiale della sanità (Oms) sconsiglia l’assunzione di qualsiasi alimento o bevanda che non sia latte prima dei sei mesi di vita. L’eventuale somministrazione di tisane al finocchio per alleviare il fastidio delle coliche o alla camomilla per favorire la nanna potrà avvenire dopo i sei mesi o, comunque sia, dopo aver sentito il parere del pediatra.