Zucca e castagne, gusto e benessere

Due ingredienti autunnali da gustare da soli o in saporitissime ricette. Scopriamone proprietà e benefici.

Gusto morbido e dolce, consistenza adatta a varie ricette, dolci e salate, e tante proprietà nutrizionali benefiche: scopriamo le virtù di due ingredienti tipici di questa stagione: zucca e castagne.

Regina della cucina d’autunno, la zucca è un ingrediente gustoso e delicato e, soprattutto, è particolarmente versatile. Si presta, infatti, a svariate preparazioni perfette in questa stagione in cui si ha più voglia di cucinare e di assaporare piatti dal gusto morbido e avvolgente: creme, risotti, dolci e, perché no, da sola o come saporito contorno. Ricca di fibre e di acqua, aiuta l’organismo a depurarsi eliminando le tossine e facilita la digestione. Grazie agli Omega 3, poi, è preziosa per chi ha problemi di pressione alta e di colesterolo. Ricco anche il suo contenuto di vitamine: pro-vitamina A, vitamina E e vitamina C permettono alla zucca di svolgere un’importante azione antiossidante. Il basso livello calorico, infine, fa sì che possiamo consumarla in tranquillità. E non dimentichiamoci dei suoi gustosi semi: contengono un buon mix di vitamine e minerali, come vitamina A, lecitina, tiroxina e fosforo.

Protagoniste della stagione sono anche le castagne, un frutto amato da adulti e bambini e che ci avvicina alla natura: andare nei boschi alla loro ricerca è un modo per trascorrere del tempo di qualità e di provare la gioia di gustare qualcosa che si è raccolto con le proprie mani. Ma anche il profumo delle caldarroste nelle passeggiate in città è un classico delle domeniche d’autunno: il “cartoccio” di caldarroste è uno spuntino gustoso e molto apprezzato. Ricche di sali minerali quali potassio, fosforo, ferro, calcio e magnesio, di fibre e di vitamina B, le castagne contengono anche un elevato livello di amidi e carboidrati complessi: apportano, perciò, nutrimento ed energia, con un valore nutritivo simile ai cerali. Attenzione, però: nelle diverse preparazione culinarie (marron glacé, creme, farine e salse) possono essere anche molto caloriche e chi segue una dieta dovrà consumarne con moderazione.